Home > Bollettino Pollini > Regione Sardegna > Gramineae
Selezione polline:

Bollettino Pollini

Attenzione! Per visualizzare i grafici occorre accettare l'informativa sui cookies

Gramineae in Sardegna
Variazioni ultima settimana rilevata: dal 25-05-2020 al 31-05-2020

Tendenza: in diminuzione

Scarica le istruzioni per la consultazione del bollettino


Previsioni Polliniche dal 05/06/2020 al 10/06/2020

PREVISIONI DEL TEMPO:  Le temperature saranno fortemente influenzati da estreme variazioni atmosferiche. Le temperature tenderanno a salire ma saranno interrotte da tempo variabile.

 

PREVISIONI DEL POLLINE:

GRADI DI GRAVITA’ – POLLINI PER M3 DI ARIA

POLLINE

VALORI

 

ASSENTE

BASSA

MEDIA

ALTA

Betulla

Valori bassi

 

0 – 0,5

0,6 – 15,9

16 – 49,9

> 50

Ontano

Valori bassi

 

0 – 0,5

0,6 – 15,9

16 – 49,9

> 50

Nocciolo

Valori bassi

 

0 – 0,5

0,6 – 15,9

16 – 49,9

> 50

Carpino

Valori medi in calo

 

0 – 0,5

0,6 – 15,9

16 – 49,9

> 50

(Compositae)

Valori bassi

 

0

0,1 – 4,9

5 – 24,9

> 25

Fagacee

Valori bassi in rialzo

 

0 – 0,9

1 – 19,9

20 – 39,9

> 40

Graminacee

Valori bassi in rialzo

 

0 – 0,5

0,6 – 9,9

10 – 29,9

> 30

Oleacee

Valori medi in rialzo

 

0 - 0,5

0,6 – 4,9

5 – 24,9

>25

Parietaria (Urticacee)

Valori medi in aumento

 

0 – 1,9

2 – 19,9

20 – 69,9

> 70

Cipresso

Valori bassi in calo

 

0 – 3,9

4 – 29,9

30 – 89,9

> 90

 

 

Gramineae: Informazioni

Famiglia che include numerosi generi, sia spontanei che coltivati. Le presenze maggiori di questi pollini sono nella valle padana, negli Appennini centrali, in Campania ed in Sardegna. La fioritura va da aprile a giugno. Le diverse specie di Graminaceae cross-reagiscono ampiamente tra di loro. La prevalenza per sensibilizzazione varia, a seconda delle diverse regioni italiane dal 75% al 30%. La famiglia delle Graminaceae risulta molto omogenea anche dal punto di vista della morfologia pollinica per cui è difficile, nella maggior parte dei casi, un loro riconoscimento nell'ambito della famiglia, almeno con il microscopio ottico. I granuli pollinici sono sferoidali od ovoidali, con diametro che può variare da 22 a 122 micron. L'esina è sottile, l'intina è più spessa. La superficie esterna dell'esina è in genere finemente cabrata. Presentano un'apertura rappresentata da un poro di 2-8 micron di diametro.


Bollettini disponibili

home home articoli articoli bollettino bollettino elenco centri elenco centri contatti contatti